Crea sito

Il ritratto, di Irene Milani

 

irene

 

 

– Genere : romanzo rosa a sfondo storico
– Editore Lettere Animate
– Uscita dicembre 2014
– Numero pagine 226
– Prezzo e-book 1,99, cartaceo 16,00

 

GoldSeparator

 

Sinossi

Isolde, liceale trentina, appassionata di disegno e fotografia, durante una passeggiata ritrae il volto di un ragazzo sconosciuto; questo fatto apparentemente inspiegabile sembra portare una ventata di mistero nella sua routine quotidiana. Incredibilmente quel giovane si presenta in carne ed ossa proprio il giorno successivo: è il suo nuovo compagno di classe, appena trasferitosi dalla Germania. Isolde pur attratta da Tristan, così si chiama il nuovo arrivato, e dal mistero che lo circonda, accetta la corte di Christopher in una sorta di gioco delle coppie organizzato dalle compagne in previsione della gita scolastica a Praga.

Isolde e Tristan, il quale mantiene un atteggiamento ambivalente nei confronti della ragazza, alternando freddezza a momenti di condivisione, si trovano a lavorare insieme per preparare un progetto scolastico, iniziando a conoscersi meglio. Durante un pomeriggio di studio il ragazzo, messo alle strette, confessa a Isolde il motivo del suo comportamento: la sua famiglia e quella di lei sono divise da un antico rancore, legato alla morte violenta del nonno biologico, che la giovane non conosceva neppure, in un eccidio perpetrato dai nazisti. Isolde è combattuta tra l’attrazione per Tristan, impossibile se non a costo di ferire i propri familiari, e il legame nascente con Christopher, col quale inizia ad uscire in qualità di amico. La gita a Praga vede risolversi, almeno in apparenza, il dilemma di Isolde: sceglie di fidarsi di Chris e di iniziare con lui una storia d’amore, pur essendo ancora legata a Tristan.

Nonostante il rapporto con Chris continui senza problemi, Isolde non riesce a togliersi dalla testa Tristan, anche se il ragazzo fa di tutto per tenerla a distanza. Isolde passa la notte con Chris ma, dopo la sua prima volta, inizia a sentirsi più distante dal fidanzato che sembra aver cambiato atteggiamento. Per il compleanno di Isolde i nonni, presso cui abita, le permettono di fare una festa con tutti i compagni: unici assenti il fidanzato, impegnato in una partita di calcio, e “il reietto” Tristan, malvoluto dalla famiglia di lei. Gli esami di maturità prima e le vacanze poi sembrano aumentare la distanza tra Isolde e il fidanzato che, in Spagna con gli amici, la tradisce. Isolde tronca la relazione con Chris ma, proprio dopo aver incontrato Tristan durante i test di ammissione all’università, scopre che il fidanzato si era messo con lei solo per una bieca scommessa tra amici. Sconvolta dalla notizia corre senza meta fino a ritrovarsi nel luogo dove, parecchi mesi prima, aveva ritratto Tristan; lì lui la raggiunge e dopo un chiarimento a discapito dei buoni propositi di restare lontani capiscono che il legame che li unisce è più forte del rancore delle due famiglie e iniziano una relazione clandestina.

 

 


 

ESTRATTO

GoldSeparator

Mi avvicinai al torrente e individuai immediatamente la posizione ideale per mettermi a disegnare: una grande pietra levigata rivolta verso valle. Mi sedetti e posai lo zaino accanto a me. Presi l’occorrente e iniziai a fare qualche schizzo: il paesaggio lontano, con il paese e l’Avisio, la radura, un albero che mostrava i primi segni della primavera… D’un tratto, davanti ad un foglio bianco, cominciai a fare un disegno: il sasso su cui ero seduta, il torrente, gli alberi intorno. Poi, come se avesse vita propria, la mia mano iniziò a seguire la matita. Nel disegno comparve una figura, poi un’altra: due persone erano sedute sul sasso. Una sembravo io, con le gambe incrociate, l’altra, accanto a me, mi teneva una mano sulla spalla, come abbracciandomi. Con pochi tratti decisi disegnai il viso dello sconosciuto. Era un ragazzo, con due grandi occhi e i capelli chiari… il suo viso però mi era completamente estraneo, non mi ricordava nessuno che conoscevo.

Finito il disegno mi fermai a guardarlo, stupita. Benché fosse fatto solo con la matita nera, sembrava incredibilmente reale. Quello che mi colpì di più era non tanto qualcosa che avevo disegnato, ma quello che si percepiva osservando. Le due figure, io e il misterioso ragazzo, sembravano uniti da qualcosa di forte, di unico: il braccio intorno alle spalle, gli sguardi, i due corpi che sembravano fondersi…[…]

 

.

“Il mio sesto senso, quella mattina, doveva essere un po’ appannato perché non mi aveva dato segnali del fatto… Condividi il Tweet

 

RECENSIONI di Kaleidoscopia

1)

“Il mio sesto senso, quella mattina, doveva essere un po’ appannato perché non mi aveva dato segnali del fatto che sarebbe stata una giornata che avrebbe cambiato la mia vita”

Un giorno, il 12 settembre del 1944, ha segnato per sempre due famiglie e il destino di Tristan e Isolde. Stessa età, stessa classe, stesso paese: i due sono terribilmente attratti l’uno dell’altra, ma non possono neanche rivolgersi la parola per via di un vecchio torto. Isolde, alle prese con le conseguenze della separazione dei genitori, si è da poco trasferita dai nonni a Lavis, vicino Trento, lasciando mamma e fratello a Bolzano. Lontana dalle sue amiche di sempre, ha bisogno di ritrovare anche il suo equilibrio dopo la prima delusione d’amore. Nella sua nuova scuola avrebbe dovuto affrontare l’ultimo anno di liceo e quindi l’esame di maturità. Ma un ragazzo la distolse da tutti i suoi pensieri e preoccupazioni della sua vita ‘precedente’.

La diciottenne trentina amava disegnare a fotografare la natura. Un giorno decide di dirigersi verso una radura nascosta e lontana dalla strada asfaltata. Ed è proprio quella radura a segnare, nel bene e nel male, la sua vita. Ad un certo punto, inizia a disegnare ed è come se la sua mano andasse da sola. Alla fine, il risultato è stato sconvolgente: un ritratto molto verosimile di lei in compagnia di un ragazzo che non conosceva. Qualche giorno dopo, capì tutto e presto tutti i pezzi del puzzle tornarono al loro posto. Inizialmente non capiva perché il nuovo compagno seduto al banco dietro il suo, Tristan, era così indifferente e freddo con lei. Poi però, si rese conto con quante bugie aveva convissuto.

______

2)

“Appena l’ho visto ho capito che era lui, la stessa persona del ritratto. Quello che non capivo era cosa ci facesse lì, in piedi davanti a me e soprattutto com’era possibile che fosse arrivato esattamente il giorno dopo”

 Una radura, un ritratto e un cuore che batte. Una storia d’amore travagliata, dove l’odio tra famiglie prevale e il passato incombe inesorabilmente sulle vite della nuova generazione. Tristan e Isolde sono due anime complementari, fatte l’uno per l’altra, ma entrambi hanno ereditato colpe non loro. Colpe legate a vecchie tragedie del nazismo e del corpo delle SS.

Isolde è una diciottenne trentina che ama disegnare a fotografare la natura. Un giorno, da poco trasferitasi a Lavis, in provincia di Trento, decide di dirigersi verso una radura nascosta e lontana dalla strada asfaltata. È stata proprio quella radura a segnare, nel bene e nel male, la sua vita. Ad un certo punto, inizia a disegnare ed è come se la sua mano andasse da sola. Alla fine, il risultato è stato sconvolgente: un ritratto molto verosimile di lei in compagnia di un ragazzo che non conosceva. Qualche giorno dopo, capì tutto e presto tutti i pezzi del puzzle sarebbero tornati al loro posto. Nonostante il momento difficile della separazione dei suoi genitori e del trasferimento dai nonni, Isolde saprà reagire e affermare la propria personalità, a dispetto di quanto gli altri vorrebbero imporle, per vivere una vita non schiava dei fantasmi del passato.

L’autrice, classe ’77, descrive la passione, quella pura e ingenua che travolge due adolescenti durante l’ultimo anno di liceo. La maturità, il grande passo verso la scelta dell’università, le prime delusioni e…i primi amori. Fin da bambina, Irene Milani ha sempre amato molto leggere, ma non si era mai cimentata nella scrittura. Da una decina d’anni ha iniziato a scrivere romanzi e racconti, alcuni dei quali premiati in concorsi. “Il Ritratto” è il suo primo romanzo pubblicato e richiama i grandi classici del passato: da “Romeo e giulietta” di William Shakespeare a “Tristano e Isotta” riprodotto anche da Richard Wagner. Con uno stile molto semplice e prediligendo i discorsi diretti, l’autrice descrive con passione la storia d’amore travagliata rendendo il libro fruibile non solo agli adolescenti, ma anche agli adulti inguaribilmente romantici. Una lettura sicuramente molto scorrevole e appassionante con interessanti colpi di scena che incuriosiscono chi legge. E il messaggio finale è sicuramente che il perdono è sempre la miglior soluzione. L’amore vince sempre su tutto, anzi, come i latini insegnano: Amor vincit omnia.

.


 

 

Biografia dell’autrice

Sono nata a Milano nel 1977, mi sono diplomata al liceo Scientifico al termine del quale ho studiato Conservazione dei Beni culturali all’Università di Parma, conseguendo la laurea nell’indirizzo archeologico. Dopo il matrimonio mi sono trasferita in provincia di Como dove abito tutt’ora. Sono un’insegnante di italiano alle scuole medie, una dei tanti famigerati precari di cui si parla nell’ultimo periodo, mamma di Mattia e Stella, di nove e tre anni.

Ho iniziato a scrivere un po’ per sfida: essendo un’accanita lettrice spesso mi ritrovavo a criticare trama o personaggi, così mi sono detta: “Perché non ci provi anche tu?”. Così mi sono messa al computer e ho cominciato a buttar giù qualcosa, che pian piano ha iniziato a prendere forma. Il romanzo “Il Ritratto”, pubblicato con la casa editrice Lettere Animate, non è il mio primo lavoro ma quello che per primo mi ha invogliato a farlo leggere a qualcuno. La storia è nata nella mia testa un pomeriggio mentre camminavo con le cuffie nelle orecchie, proprio come la protagonista all’inizio del racconto: ho iniziato ad immaginare scene, dialoghi e situazioni che poi dovevo correre a scrivere al computer, quasi sotto dettatura

 

– Siti dove è possibile acquistare il romanzo: Amazon e i principali siti di vendita on line

Pagina Facebook https://www.facebook.com/pages/Il-ritratto/664977020274077?fref=ts

E mail [email protected]

GoldSeparator

Add a Facebook Comment

Leave a Reply

*

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Read more - Web POLICY PRIVACY
CHIUDI
CLOSE