Crea sito

BELGIOIOSO FANTASY – 30 aprile/1Maggio 2011

 

VIDEO per gli UTENTI FACEBOOK

 

 

 

 

 

Share

Dopo una lunga assenza, eccomi nuovamente qui!

E’ da più di mezzo anno che non apro il blog e, come presumevo, avevo più di quaranta pagine con commenti/spam in varie lingue del mondo. Mentre li eliminavo, ho scoperto con sorpresa diavere anche molti messaggi veri in attesa di risposta. Sulle singole pagine non comparivano, perchè erano in attesa di approvazione.

A tutti coloro che mi hanno chiesto di tradurre il loro nome in lingua indiana, segnalo l’indirizzo dell’applicazione da cui ho tratto il mio: https://apps.facebook.com/indianname-it/?fb_source=search&ref=ts. Ho forti dubbi sulla sua valenza storico/culturale – alias, è sicuramente un giochino – ma è senz’altro  simpatica.

 

Buona caccia al nome a tutti!

 

 

 

 

 

Share

Fiera del cioccolato a Verona – Gennaio 2012

per tutti i golosi:

il 13-16 gennaio,  A Verona , si terrà “Chocolate”: esposizione, vendita e laboratorio del cioccolato artigianale.

Da: http://www.cittadiverona.it/eventi/scheda5758/sagre/chocolate-a-verona.html

Da giovedì 13 a domenica 16 gennaio prima edizione di “Chocolate” in Piazza Brà. Chocolate è un’esposizione, vendita e laboratorio del cioccolato artigianale. Una festa di promozione e degustazione della cioccolata con il coinvolgimento di artigiani che arrivano da tutta Italia.

Durante i quattro giorni di manifestazione, oltre agli stand in piazza, aperti dalle ore 9.30 alle ore 23.00, si terranno in Gran Guardia laboratori e visite guidate per le scolaresche.

Per tutti i bambini sotto la stella di piazza Brà sarà allestito da Agsm lo stand “La macchina del cioccolato di Chiara”. All’evento parteciperanno le maschere del Carnevale veronese e le “Bici Pazze” di Porto San Pancrazio.

 

Share

Il temperamatite di Monti

Il temperamatite di Monti.

Non è un gioco erotico. E’ molto, molto peggio!

 

Mario Monti

 

Share

La Signora del Graal su Amazon

Sono su Amazon, e non lo sapevo!

Però i prezzi non sono tanto convenienti… meglio acquistare direttamente su Lulu, a mio parere…

Chissà se mi hanno inserita anche nei motori di ricerca di Google libri? Lo attendo da mesi…

http://www.amazon.co.uk/Signora-del-Graal-Federica-Leva/dp/1447579313

 

Signora del Graal

Share

Francesca Dego – Violinista

Ero sicura che fosse lei: Francesca Dego! Considerata una delle più giovani e talentuose violiniste d’Italia, ha suonato ad una mia presentazone letteraria, nel 2004! Anche l’attrice Sonia Grandis è stata bravissima. Ha intepretato magistralmente, leggendoli ex novi, alcuni stralci del romanzo.”Grande successo per il concerto di martedì sera al museo Studi Patri di via Borgo Antico 4 a Gallarate…. A soli 15 anni Francesca Dego, giovanissima ma brillante allieva del Conservatorio milanese, ha incantato il numeroso pubblico accorso per assistere al concerto organizzato dalla Fondazione Swiss Music Center in collaborazione con il Conservatorio milanese. Brillante studentessa della classe di violino di Daniele Gay, Francesca si è esibita in un programma d’eccezione: la giovane violinista si è infatti misurata con la Seconda Partita di Bach, uno dei capolavori del virtuosismo per violino solo. Il concerto, ad ingresso gratuito, era inserito nella seconda stagione culturale ‘Incontr…Arti’, organizzata dall’Associazione italiana della fondazione luganese Swiss Music Center, e fa parte del ciclo ‘Note-book’, una rassegna che prevede l’accostamento di eventi musicali e di occasioni letterarie. Alla serata era infatti presente Federica Leva, autrice di romanzi che nel ’99 si è aggiudicata l’ambito Premio Silmarillion–Tolkien. Per l’occasione l’attrice Sonia Grandis ha letto alcuni stralci di ‘Radici di Sabbia’, romanzo musicale della scrittrice, pubblicato nel 2002 dalla Zecchini Editore di Varese.”

DA: http://www.ecodelverbano.it/archivio/cameristi%20ticino%20gallar.htm

 

Francesca Dego Federica leva violino


Share

Desmond Morris – La lingua delle donne

“Senza la lingua le donne non potrebbero parlare e sarebbero private di una delle loro supreme qualità: l’abilità di comunicare verbalmente meglio di qualsiasi altro animale al mondo, meglio persino del maschio umano.” Desmond Morris

 

donna e parole

Share

Significato del mio nome… in lingua indiana

Ecco il significato del mio nome in lingua indiana – non specificata la tribù di appartenenza.

Sono LUNA GIOVANE

 

 

 

 

Share

Stelle cadenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ieri sera, scrutando il cielo, ho avvistato una stella cadente. Avevo già espresso un desiderio. Chissà se si avvererà! Questa sera, se le zanzare le permetteranno, cercherò di ripetere l’esperienza, distesa sulla sdraio, in giardino.

Ore 22.20: Rientrata, con qualche puntura di zanzara – hanno trapassato i vestiti, quelle infingarde proboscidate! – e altre due stelle cadenti visualizzate, verso nord. Ho espresso i due desideri rimanenti. Speriamo che si avverino, non solo per intercessione cosmica, ma anche per coronare gli sforzi e le speranze degli ultimi anni.

 

 

Share

Sondaggio:

Sondaggio per i possessori di una pagina Facebook:

Federica Leva ha chiesto: Vacanze 2011. Avete letto qualcosa, mentre eravate in ferie? Se sì, cosa?

 

Rigiratelo anche ai vostri amici!

Buona serata!

 

 

 

 

 

Share

Rimangono 24 ore per cancellare definitivamente il bavaglio ad Internet

Segnalo una mail di Avaaz.org che mi è giunta questa mattina:

Avaaz.org è un’organizzazione no-profit e indipendente con 9 milioni di membri da tutto il mondo, che lavora perché le opinioni e i valori dei cittadini di ogni parte del mondo abbiano un impatto sulle decisioni globali (Avaaz significa “voce” in molte lingue). I membri di Avaaz vivono in ogni nazione del mondo; il nostro team è sparso in 13 paesi distribuiti in 4 continenti e opera in 14 lingue. Clicca qui per conoscere le nostre campagne più importanti, oppure seguici su Facebook o Twitter.

 

Cari amici,

 

Grazie alla nostra mobilitazione storica siamo riusciti a fermare il bavaglio a internet, ma non a cancellarlo una volta per tutte. Ci rimangono 24 ore prima che il Presidente dell’Autorità sarà sentito dai parlamentari: inondiamoli di messaggi per chiedere di fare pressione perché la delibera sia respinta e difendere così la nostra libertà d’informazione su internet!

 

 


Sign the petition

Con i nostri 230.000 messaggi inviati e la nostra mobilitazione storica siamo riusciti a fermare il bavaglio a internet, ma non a cancellarlo una volta per tutte. Ora ci rimangono 24 ore per agire, e potrebbero essere quelle decisive.

Insieme a premi Nobel, associazioni, esperti e politici e con un tam tam su internet da record, abbiamo costretto l’Autorità per le comunicazioni a rinviare l’adozione della regolamentazione che le avrebbe dato il potere di censurare arbitrariamente internet. Ora i parlamentari hanno convocato per la prima volta il Presidente dell’Autorità proprio per rispondere delle criticità da noi sollevate: potrebbe essere l’ultima occasione che abbiamo per fare la differenza.

Rivolgiamoci ora ai parlamentari perché facciano pressione sul Presidente dell’Autorità affinché rinunci alla delibera, restituendo così al Parlamento la sua funzione legislativa. E’ l’unico modo che abbiamo per preservare il nostro diritto ad informarci su internet! Ci rimangono solo 24 ore: clicca sotto per mandare il tuo messaggio e fai il passaparola con tutti i tuoi amici!

http://www.avaaz.org/it/it_internet_bavaglio_2nd_action/?vl

Negli anni Berlusconi ha cercato più volte di controllare l’informazione su internet, ma finora i suoi tentativi sono sempre falliti. Ora il governo sta provando a espandere i suoi tentacoli attraverso una nuova regolamentazione che permetterebbe all’Autorità per le Comunicazioni di rimuovere contenuti sospetti di violazione del copyright dai siti internet senza alcun controllo giudiziario. Ma noi stiamo difendendo la libertà di internet con tutte le nostre forze e stiamo vincendo!

Da subito abbiamo combattuto questa delibera, e abbiamo inviato quasi 230.000 messaggi ai membri dell’Autorità per chiedere di respingerla. Insieme ai nostri alleati abbiamo organizzato una mobilitazione storica su internet, culminata ne “La notte della rete”. Centinaia di persone a Roma e 90.000 persone on-line hanno seguito l’evento in cui si sono susseguiti premi Nobel come Dario Fo, politici come Antonio Di Pietro, Emma Bonino e Fabio Granata, giornalisti, esperti e artisti, tutti contro il bavaglio a internet. Il giorno dopo l’Autorità ha rinunciato ad adottare la regolamentazione, sperando di far passare l’ondata d’indignazione e adottarla così in seguito.

Ma la battaglia non è finita. Domani il Presidente dell’Autorità dovrà rispondere ai parlamentari, che dopo la nostra mobilitazione lo hanno convocato per chiedere conto delle criticità da noi sollevate. Non possiamo perdere questa occasione: inondiamo i parlamentari di messaggi per chiedere loro di fare pressione sul Presidente affinché rinunci alla delibera. Clicca sotto per mandare il messaggio e fai il passaparola con tutti: vinciamo anche questa tappa cruciale per la libertà della rete!

http://www.avaaz.org/it/it_internet_bavaglio_2nd_action/?vl

Erano in molti a dirci che non avevamo speranze e che l’Autorità avrebbe comunque votato il bavaglio a internet, in ossequio ai diktat dall’alto. Ma grazie alla nostra mobilitazione incredibile siamo riusciti a fermare la regolamentazione e a difendere la libertà della rete. Ora non dobbiamo mollare e dobbiamo vincere anche questa sfida, perché il potere metta giù le mani da internet una volta per tutte.

Con determinazione,

Giulia, Luis, Ricken, Pascal, Benjamin, Alice e tutto il resto del team di Avaaz

FONTI

Censura web, la Notte della Rete. Dario Fo: “Siamo una nazione orrenda”:
http://www.repubblica.it/politica/2011/07/06/news/notte_rete-18730583/?ref=HREC1-6

I senatori Vita e Vimercati raccolgono “il grido di dolore dal web” e convocano urgentemente Calabrò:
http://www.corrierecomunicazioni.it/news/84000/copyright_digitale_calabr_in_audizione_al_senato

Tutti gli aggiornamenti sulla campagna contro il bavaglio a internet qui:
http://www.agoradigitale.org/nocensura

Contro il bavaglio Agcom grande successo della “Notte della Rete”:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/06/contro-il-bavaglio-agcom-grande-successo-della-notte-della-rete/143429/

Notte del Web «anti censura». E l’Agcom prende tempo:
http://www.corriere.it/cronache/11_luglio_06/notte-web-censura-conti_2e9bb862-a796-11e0-80dd-8681c9f51334.shtml

Internet, dopo la notte della Rete la parola passa all’Agcom:
http://tg24.sky.it/tg24/cronaca/2011/07/06/agcom_notte_rete_protesta_diritto_autore_fo_natale_calabro_nicotra_mascia.html

“Notte della Rete”, così il pensiero digitale difende la sua libertà:
http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/tecnologia/grubrica.asp?ID_blog=30&ID_articolo=9247&ID_sezione=38&sezione=


Share

Una lettera per tutelare i diritti degli animali!

Riporto la lettera di Maria Calvo, giustamente indignata per quanto accaduto qualche giorno fa ad alcuni gattini, trovati incollati in uno scatolone, e purtroppo deceduti  per il caldo e la sete. Una sola micina si è salvata, ed è stata battezzata Life, a testimonianza del suo tenace attaccamento alla vita. ma nonostante il nome beneaugurante e la cura dei volontari, la cucciola non è riuscita a vincere contro la morte.

Giustamente, Maria Calvo chiede di far sentire la nostra voce al Sindaco di Roma, perchè simili episodi di barbarie perpetrati sugli animali vengano puniti secondo la legge. E allora forza, facciamo capire  al sindaco che non restiamo indifferenti davanti alla morte e alla sofferenza di alcuni gattini innocenti!  Se gli giungeranno decine o centinaia di mail, non potrà ignorarle!

 

MARIA SCRIVE:

Amici per chi preferisce inviare una mail al Sindaco di Roma standard da copiare e incollare e inviare e/o se volete da personalizzare questo è il testo che lo trovate anche nelle info di base dell’evento.

 

 

Egregio Signor Sindaco Gianni Alemanno,

mi auguro che quanto Le stò scrivendo riesca a toccare la Sua coscienza, in quanto a Roma qualche settimana fà è successo un atto gravissimo che non deve assolutamente essere tollerato e sminuito. Una gattina di soli 10 giorni è stata trovata in zona Eur torrino in condizioni pietose, abbandonata nei press…i del solito bidone della spazzatura assieme ai suoi fratellini già ormai morti, vittime di una crudeltà senza limiti, cosparsi e immersi nella colla!! La gattina chiamata Life per la sua tenacia e forza di vivere ha vissuto un agonia di giorni prima di morire! La colla le era stata spalmata ovunque, ci sono voluti giorni per cercare di ripulirla e farla respirare, ma la piccola non ce l’ha fatta, ormai i suoi organi erano compromessi.
Non ci sono parole per esprimere lo sdegno per quanto accaduto. Mi chiedo dove è la CIVILTA’ di questo popolo.
Come Lei già saprà, il Sindaco ha il DOVERE di tutelare anche gli animali vaganti sul territorio, prevenendo ogni qualsiasi atto di violenza nei loro confronti. E nel caso si verifichino tali crimini e si trovino chi ha commesso il reato di far rispettare le norme e le pene contro questi crimini che in questi casi la legge contempla la reclusione o multa fino a 15,000 euro. Purtroppo come spesso accade anche in questo caso non si conoscono i colpevoli ma Le chiedo una maggiore sensibilizzazione e tutela per gli animali che in questo caso la Sua e nostra città ospita, una città come Roma, rinomata come luogo di cultura e storia nonchè capitale d’Italia dovrebbe essere d’esempio, perchè “la civiltà di un popolo, la si riconosce dal rispetto che esso nutre nei confronti degli animali”.
Ma forse Lei non è di questo pensiero se pensa come ho letto che il suo progetto e quindi del Campidoglio, sia di affidare all’Ama, l’azienda municipale della nettezza urbana, la nuova gestione dei canili e gattili comunali della capitale! Dopo 3 anni di attesa del promesso bando di concorso europeo nel rispetto delle leggi nazionali e sul principio di tutelare i diritti degli animali, il Comune di Roma e Lei Signor Sindaco che lo rappresenta, ha pensato a una soluzione sicuramente economica ma non certo al benessere e alla tutela degli animali. Le ricordo però Signor Sindaco che gli animali anche se delle volte gente senza scrupoli li abbandona vicino i cassonetti, non per questo sono da considerare spazzatura!! ma bensì sono esseri viventi tutelati da leggi nazionali!
Augurandomi che la sua coscienza e sensibilità venga toccata, e che Roma possa diventare un esempio di Civiltà e non di VERGOGNA, Le invio distinti saluti.

firmato:…………………….

da inviare a: [email protected]

e per conoscenza:
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]

Grazie a nome di Life dei suoi fratellini e di tutti i pelosetti vigliaccamente torturati e uccisi ♥

 

Maria calvo, 19 luglio 2011.

Grazie a tutti per la partecipazione a questo evento! ♥ QUESTO EVENTO E’ DI TUTTI NOI!!! perchè anche se questo atto ignobile è accaduto a Roma ha toccato tutti noi indipendentemente dalla nostra posizione geografica. Qualsiasi suggerimento o consiglio sarà ben accetto! Ringrazio già chi ha inviato mail, chi ha scritto dando suggerimenti e consigli e per la condivisione e diffusione!
Grazie grazie grazie! ♥
Ricordo l’indirzzo dove inviare la mail:
[email protected]
o come mi è stato suggerito anche a quest’altro indirizzo:
http://duepuntozero.alemanno.it/scrivi-ad-alemanno

Per conoscenza:
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]

 

 

 

Share

“La signora del Graal” in aNobii

 

 

Finalmente aNobii ha inserito il mio racconto lungo “La signora del Graal” in libreria. Per andare sulla libreria, potete cliccare sulla foto di copertina:

 

More about La Signora del Graal

 

Un omaggio alla tradizione bretone e celtica, attraverso la rievocazione e rivisitazione dei miti intramontabili di Morgana la Fata, Galahd il Puro, Lancillotto e Ginevra. “Morgaine la Fata, Galahd il Puro… I poeti e i cantastorie hanno inventato molte leggende su di noi, celebrando la magia, la fedeltà, gl’intrighi, il coraggio… Ma nessuno ha mai saputo di un uomo e di una donna che si sono amati, perduti e che, nella morte, si sono ritrovati… ”

Racconto 2° classificato al Premio Letterario “Silmarillion” 2005 indetto dalla Società Tolkeniana Italiana

 

PAGINA DI VETRINA, con possibilità di leggere l’anteprima: VETRINA

 

 

 

 

Share

Gravidanza… cinese!

Pare che attraverso questa antica tabella cinese, ritrovata sepolta in una tomba vicino a Pechino dopo quasi 700 anni, incrociando il mese del concepimento con l’età della madre in quel momento, è possibile ricavare il sesso del bambino, con un’esattezza che arriva fino al 93 %. Sempre secondo questo antico metodo di calcolo, le migliori probabilità di concepire un bambino si hanno se il concepimento avviene nel mese di luglio quando la madre ha 18, 20, 30 o 42 anni. Le migliori probabilità di concepire una bambina si hanno nel mese di aprile, quando la madre ha 21, 22 o 29 anni.

Le statistiche a lato indicano, in base all’età della madre al momento del concepimento, le percentuali di probabilità di avere un figlio maschio o femmina. Il Totale in basso indicano le stesse percentuali in base al mese di concepimento.

Tratto da: http://www.gravidanzaonline.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Siete passati
in:
 

grazie!

Share

DA NON PERDERE: un coraggioso gattino affronta due creature abominevoli!

Un delizioso video che mi è stato segnalato da un amico. Strabiliante . oltre che splendido – il gattino,  e complimenti agli autori per la scelta della musica!

VIDEO

 

Share

Il funerale

 

 

Un uomo stava uscendo di casa una mattina subito dopo aver bevuto il caffè, quando si fermò ad osservare uno strano funerale, con uno strano seguito, che si avviava al vicino cimitero.
C`era una vettura funebre, nera che apriva il funerale, seguita ad una quindicina di metri da un`altra vettura funebre nera. Dietro la seconda vettura funebre c`era un uomo vestito di nero, da solo, che seguiva i
feretri con un cane Pit Bull al guinzaglio.
Appena dopo c`erano circa 200 uomini che seguivano il corteo in fila indiana.
L`uomo non poté resistere alla curiosità e, con molto rispetto, si avvicinò all`uomo col cane e gli chiese:
“Sono molto spiacente per la sua perdita, e capisco che è un brutto momento per disturbare, ma io non ho mai visto un funerale come questo. Che tipo di funerale è?”
L`uomo in lutto cominciò a spiegare:
“La prima carrozza funebre è per mia moglie.”
“E che cosa le è successo?”
“Il mio cane l`ha attaccata e l`ha uccisa”
“E chi c`è nella seconda carrozza?”
“Mia suocera. Stava tentando di aiutare mia moglie, quando il cane si è girato ed ha azzannato anche lei.”
Tra i due uomini trascorse qualche momento di silenzio intenso,  colmo di pensieri.
“Posso avere il cane in prestito?”
“Si metta in fila!!!”

 

A strange funeral

A man was leaving his house immediately after drinking his morning coffee, when he stopped to observe an odd funeral, with an odd train, which was moving towards the nearby cemetery.
A black hearse car came first, followed by another black hearse, at a distance of fifty feet. Behind the second car walked a man all dressed in black, alone, who was following the coffins and had a Pit Bull dog on a leash.
Behind him, at a short distance, about 200 men where walking in procession, in single file.
Unable to contain his curiosity, the man approached the man with the dog and, with a great show of respect, he asked

“I am very sorry for your loss, and I’m aware that is a bad time to disturb you, but I’ve never seen a funeral like this. What kind of funeral is? “
The grieving man began to explain:
“The first hearse is for my wife.”
“What happened to her?”
“My dog attacked and killed her “
“Who’s in the second carriage? “
“My mother-in-law. She was trying to help my wife when the dog turned and bit her, too.”
The two men were silent for a few moments, each deep in thought.
“May I borrow your dog?”
“Get in line!”

 



Siete passati
in:
 

grazie!

Share

” Sentieri Tolkieniani” propone un viaggio in Inghilterra

 

Effatà Tour in collaborazione con l’Associazione «Sentieri Tolkieniani» propone ,per questa estate, un viaggio in Inghilterra: un week-end lungo dal 25 al 29 agosto studiato apposta per gli appassionati di John R. R. Tolkien.

Un percorso alla scoperta dei paesaggi, dei monumenti e delle radici dell’autore de Il Signore degli Anelli che visse tra Birmingham e Oxford, e che da quelle terre trasse ispirazione.

La visita avrà come accompagnatore culturale il prof. Ives Coassolo membro dell’Associazione “Sentieri Tolkieniani” e autorevole esperto in materia tolkieniana delle iniziative dell’Associazione stessa.

Effatà Tour resta a vostra disposizione per maggiori informazioni.

Effatà Tour
Via Tre Denti, 1
10060 Cantalupa (To)
Tel. 0121.353.452
[email protected]

 

 

John Ronald Reuel Tolkien, l’autore de Il Signore degli Anelli, è cresciuto e vissuto tra Birmingham e Oxford,
e ai paesaggi e monumenti di quei luoghi si è sempre ispirato per i suoi libri. Agli appassionati di Tolkien e
dell’Inghilterra, proponiamo un viaggio full-immersion alla scoperta delle radici di uno dei più grandi scrittori
di tutti i tempi.
Accompagnatore culturale: prof. Ives Coassolo

In compagnia di Tolkien
25-29 agosto 2011 (5 giorni, aereo)
Birmingham,
Oxford, Hereford,
Buckland, Brill

1°giorno: Località di part enza
Londra – Birmingham

Ritrovo all’aeroporto di Milano e partenza con volo di linea per Londra. Trasferimento in pullman a Birmingham e
pernottamento.

2° giorno: Birmingham
Visita di Sarehole, a poca distanza da Birmingham. Tolkien descrive gli anni passati qui come i più formativi della sua
vita; non essendo ancora in età scolare, infatti, trascorreva tutto il suo tempo scorrazzando per la campagna, che fu la
prima fonte di ispirazione per la pacifica “Contea”, patria degli Hobbit. I luoghi più significativi sono il Moseley Bog,
il bosco che ha ispirato, nel Signore degli Anelli, la dimora di Tom Bombadil e Sarehole Mill, antica costruzione del 1765,
che rappresenta il mulino di Hobbitopoli descritto nel libro Lo Hobbit.
Sento che finché saprò che la mia Contea è sempre qui, comoda e sicura, girovagare ed errare sarà per me più facile, conscio che in una parte del mondo c’è un appoggio stabile e saldo che mi attende, anche se non vi dovessi più metter piede.
Frodo
La visita prosegue a Edgbaston, quartiere di Birmingham nel quale si trasferì il giovane Tolkien. Due costruzioni ispirarono particolarmente Tolkien durante il suo periodo a Edgbaston:
la Torre dell’osservatorio astronomico Perrott’s Folly e la Torre dell’acquedotto, che diventeranno in seguito nei suoi
scritti, le due Torri: Minas Morgul (la torre della magia nera) e Minas Tirith (la torre di guardia della capitale del regno
di Gondor). Si raggiunge poi un altro importante punto di riferimento per Tolkien: l’Oratorio di san Filippo Neri
(fondato da John Henry Newman), dove Tolkien, rimasto orfano, fu affidato a padre Xavier Morgan, sacerdote cattolico
discepolo di Newman, che ne divenne tutore. Trasferimento a Rednal, nelle immediate vicinanze della città di Birmingham, per raggiungere la casa di riposo dell’Oratorio, dove venne sepolto Newman quando morì nel 1890. In questa casa di campagna Tolkien e il fratello trascorrevano le vacanze estive assieme al loro tutore. Pernottamento a Birmingham.

3° giorno: Hereford – Buckland – Oxford

Partenza per Hereford, città con notevoli edifici medievali.
Visita della Cattedrale (una delle più antiche dell’Inghilterra), che contiene la Mappa Mundi, mappamondo di circa 1,5 m di diametro disegnato su pergamena da Richard di Haldigham tra il 1276 e il 1283. La Terra di Mezzo rappresentata da Tolkien nelle sue opere è frutto della sua fantasia e della perfetta conoscenza della Mappa Mundi di Hereford. In numerose lettere lo scrittore disse che la Terra da lui creata non si trova in un luogo fantastico, ma su questo pianeta: «Il mio non è un mondo immaginario, ma un momento storico immaginario su una Terra di Mezzo, che è la terra dove viviamo». Visita del villaggio rurale di Buckland nei pressi di Evesham (Worcestershire). Nei testi di Tolkien Buckland è una stretta fascia di terra fra la Vecchia Foresta e la riva
orientale del fiume Brandivino, abitata dagli Hobbit della Contea e dove Frodo Baggins ha trascorso l’infanzia. Arrivo e
pernottamento a Oxford.
Ogni angolo della contea del Worcestershire, per quanto bello o squallido, è per me in qualche modo definibile “casa” come non lo è nessun’altra parte del mondo.


4° giorno: Oxford
Visita dei luoghi tolkieniani:
✣ i College (fu giovane studente all’Exeter College, professore al Pembroke College e al Merton College);
✣ le numerose case assegnate dai College al professor Tolkien e alla sua famiglia;
✣ l’Ashmolean, museo d’arte ed archeologia dell’Università di Oxford, dove lavorò all’Oxford English Dictionary;
✣ le chiese frequentate: St. Alysius, St. Gregory’s;
✣ i luoghi d’incontro degli Inklings (gruppo di discussione letteraria): il pub The Eagle & Child e il Magdalene College;
✣ i luoghi di ispirazione: la biblioteca universitaria Radcliffe Camera (modello per il tempio che il malvagio Sauron
innalzò a Morgoth, il nero nemico del mondo, sull’isola di Nümenor), i pini centenari presenti nel Giardino botanico,
fonte di ispirazione per la creazione degli Ent (creature a metà strada tra alberi e uomini);
✣ la tomba di Tolkien e di sua moglie Edith nel cimitero di Wolvercote, nei sobborghi di Oxford. Sulla lapide si possono
leggere i nomi Beren e Lúthien, personaggi fantastici creati da Tolkien.

5° giorno: Bril – Località di part enza
Visita del villaggio di Brill, nei pressi di Aylesbury (Buckinghamshire), dove Tolkien era solito andare regolarmente durante i suoi primi anni di permanenza a Oxford. Nella Terra di mezzo Brill è Bree, che si trova oltre la Vecchia Foresta nella marca di frontiera. Qui Frodo Baggins trascorre una tappa del suo viaggio presso la locanda The Prancing Pony. Trasferimento in aeroporto a Londra e partenza con volo di linea per Milano.
La Via prosegue senza fine / Lungi dall’uscio dal quale parte.
Ora la Via è fuggita avanti, / Devo inseguirla a ogni costo
Rincorrendola con piedi alati / Sin all’incrocio con una più lunga

Dove si uniscono piste e sentieri. / E poi dove andrò? Nessuno lo sa.

Canzone di Bilbo quando lascia la Contea per andare a vedere gli Elfi

L’accompagnatore culturale Ives Coassolo è laureato in Scienze dell’Educazione e vive a Pinerolo (To). Alla professione di insegnante di religione abbina una grande passione per il teatro e per la letteratura, in particolare per l’opera di J.R.R.
Tolkien. Nel 2007, con un gruppo di amici, ha dato vita all’Associazione Sentieri Tolkieniani. Per Effatà
Editrice ha pubblicato Gandalf visto da Tolkien (2010), e, insieme a Patrizio Righero, Lettera a Babbo Natale e a
Dio per conoscenza (2008) e Il Natale di George (2009).

 

Premessa alle condizioni generali di contratto (estratto)
Il presente contratto di viaggio si intende regolato dalla legge n. 1.084 del 27.12.1977 di ratifica ed esecuzione
della convenzione internazionale relativa al contratto di viaggio (CCV) firmata a Bruxelles il 23.04.1970 e del
decreto legislativo 111/95 di attuazione delle direttiva CEE n. 90/314 relativa ai viaggi vacanze e circuiti “Tutto
compreso”.

1. Modalità di iscrizione – L’iscrizione da effettuarsi a mezzo dell’apposita scheda va accompagnata dal
pagamento della quota d’iscrizione € 35,00 e da un acconto di € 172,00 sulla quota di partecipazione. In
caso venga stipulata l’assicurazione annullamento facoltativa di € 42,00 anche questa dovrà essere versata
all’atto dell’iscrizione. Per iscrizioni effettuate nei quarantacinque giorni precedenti alla data di partenza, dovrà
essere versato l’intero ammontare (quota di partecipazione + quota d’iscrizione + eventuali supplementi).
La scheda va compilata in ogni parte dal partecipante e va inviata o consegnata all’Effatà Tour. Le iscrizioni si
ricevono fino ad esaurimento dei posti disponibili.
2. Q uota di iscrizione – La quota d’iscrizione non è collegata alla quota di partecipazione e quindi non è
mai rimborsabile.
3. Modalità di pagamento – Il pagamento può avvenire tramite bonifico bancario (nella causale del bonifico
si prega di indicare il nome del partecipante e “Inghilterra”) intestato a Effatà Tour (BANCA INTESA SAN PAOLO
FILIALE DI PINEROLO 00422, Piazza L. Barbieri, 39/41, 10064 Pinerolo TO – IBAN IT 51 Z 03069 30750
100000064858 – BIC BCITITMM) oppure a mezzo assegno bancario intestato a Effatà Tour consegnato a mano.
4. Contratto di viaggio – Il contratto di viaggio sarà ritenuto valido alla ricezione da parte dell’Effatà Tour
della domanda di iscrizione compilata in ogni sua parte,unitamente alla copia dell’avvenuto pagamento
dell’acconto di € 207,00 o € 249,00 in caso di stipula dell’assicurazione annullamento. Nel caso di bonifico la
pratica sarà considerata completa solo nel momento in cui l’acconto sarà visualizzato sul conto dell’agenzia.
5. Saldo – Il saldo della quota di partecipazione deve essere versato alla ricezione dell’estratto conto e comunque
entro e non oltre quarantacinque giorni prima della partenza. Tutti coloro che non risulteranno in regola
con il saldo perderanno il diritto alla partecipazione al viaggio incorrendo nelle penali previste dall’articolo
18 del seguente regolamento. Nel caso di bonifico la pratica sarà considerata completa solo nel momento in
cui il saldo sarà visualizzato sul conto dell’agenzia.
6. L a quota comprende: Volo di linea A/R in classe economy da Milano • Trasporto in autopullman G.T. per
le località indicate come da programma• Sistemazione in hotel 3 stelle in camera doppia con servizi privati •
Trattamento di mezza pensione dalla prima colazione del giorno successivo alla partenza alla prima colazione
dell’ultimo giorno • Visite e ingressi come da programma • Accompagnatore per tutta la durata del viaggio •
Assicurazione medico-bagaglio.
7. L a quota non comprende: Quota d’iscrizione (€ 35,00) • Assicurazione facoltativa contro le spese di
annullamento (€ 42,00) • Le bevande ai pasti • I pasti non esplicitamente indicati in programma • Ingressi ed
escursioni non indicati in programma • Tutto quanto non espressamente indicato all’articolo 6.
8. R iduzioni sulle quote: Nel caso di prenotazione di camera doppia + camera singola per il medesimo
nucleo familiare, per la persona sistemata in camera singola sconto del 10% sul supplemento singola • Per 1
bambino fino a 12 anni non compiuti alloggiato in camera tripla con due adulti, una quota d’iscrizione omaggio
e riduzione per il bambino del 20% sulla quota di partecipazione.
Per 2/3 bambini fino a 12 anni non compiuti dello stesso nucleo familiare in camera doppia/tripla,
quote d’iscrizione omaggio e riduzione del 10% sulla quota di partecipazione per i bambini • Per 1 adulto
viaggiante in compagnia di un bambino fino a 12 anni non compiuti, per il bambino quota d’iscrizione omaggio
e riduzione del 10% sulla quota di partecipazione • Per i nuclei familiari composti da almeno 4 persone adulte, la
quota d’iscrizione viene applicata solo per 2 persone • Per un gruppo di minimo 6 persone che prenotino contemporaneamente il viaggio, sconto pari al 50% sulla quota d’iscrizione • Per una coppia di sposi sconto di
€ 20,00 a coppia sulla quota di partecipazione e una quota d’iscrizione omaggio.
9. V ariazione dei prezzi – La quota di partecipazione potrà essere aumentata da Effatà Tour fino a 20 giorni
precedenti la partenza e soltanto in seguito a variazioni di costi di trasporto, incluso il costo del carburante. Per tali variazioni si farà riferimento al costo dei servizi in vigore alla data di pubblicazione del programma (06/05/2011).
In ogni caso la revisione dei prezzi non potrà essere superiore al 10% del prezzo del pacchetto turistico.
10. Minimo partecipanti – Il minimo di partecipanti per l’effettuazione del viaggio è di 40 persone

 

PER QUOTE DI ISCRIZIONI E SCHEDE, RIVOLGERSI TEMEPSTIVAMENTE AGLI ORGANIZZATORI




Siete passati
in:
 

grazie!

Share

La legge della magia

Fonte: il web

Ti voglio parlare di una delle più profonde leggi della vita. Forse non ci hai mai pensato prima. Hai sentito dire – tutta la scienza dipende da questo fatto – che alla base di tutto c’è la legge di causa ed effetto: tu crei la causa e ne segue un effetto. La vita è un rapporto causale. Metti il seme nella terra e germoglierà. Se c’è la causa, l’albero è la conseguenza. C’è il fuoco; se metti la mano nelle fiamme, ti brucerai. C’è la causa e seguirà l’effetto. Prendi il veleno e morirai. Tu prepari la causa e ne deriva un effetto.
Questa è una delle più fondamentali leggi scientifiche; che alla causa segue un effetto è il legame più intimo che esista tra tutti i processi vitali. La religione conosce una seconda legge, ancora più profonda di questa. Ma la seconda legge, la più profonda, apparirà assurda a chi non la conosce e non ha mai provato a metterla in pratica.
La religione afferma: produci l’effetto e la causa seguirà. In termini scientifici questa è un’assurdità. La scienza afferma: se c’è la causa, ne consegue un effetto. La religione sostiene che è vero anche l’opposto: crea l’effetto, e ne consegue la causa.

C’è una situazione in cui ti senti felice: un amico, una persona amata è venuta da te. La situazione è la causa. Ti senti felice; la felicità è l’effetto. L’arrivo dell’amato è la causa. La religione afferma: sii felice e l’amato arriverà. Crea l’effetto e la causa seguirà.
Secondo la mia esperienza, la seconda legge è ancora più fondamentale della prima. Io ho provato, ed è successo. Sii felice e gli amici appariranno. Sii felice e tutto il resto ne consegue.
Gesù dice la stessa cosa con parole diverse: cerca il Regno di Dio, e tutto il resto seguirà. Il Regno di Dio è il fine, l’effetto. Lui dice: prima cerca il fine – il fine vuol dire l’effetto, il risultato – e la causa seguirà. È così che dovrebbe essere.
Non è solo vero che metti un seme nella terra e ne ricaverai un albero; è anche vero che se c’è un albero, ci saranno milioni di semi. Se la causa è seguita dall’effetto, l’effetto è di nuovo seguito dalla causa. È una catena! Allora diventa un circolo – puoi iniziare da qualunque punto, dal creare la causa o dal creare l’effetto.
E io ti dico che è più facile creare l’effetto, perché esso dipende completamente da te, mentre la causa potrebbe non dipendere completamente da te. Se dico che posso essere felice solo se un certo amico è con me, allora dipendo da quell’amico, dalla sua presenza o assenza. Se dico che non potrò essere felice finché non avrò accumulato una certa ricchezza, allora dipenderò dal resto del mondo, dalla situazione economica e da tante altre cose. Potrebbe anche non succedere, e allora non sarò felice.
La causa è al di là di me. L’effetto è dentro di me. La causa è nei fattori circostanti, nella situazione – è all’esterno. L’effetto sono io! Se riesco a creare l’effetto, la causa seguirà.
Scegli la felicità – questo vuol dire che scegli l’effetto – e poi guarda cosa succede. Scegli l’estasi, e guarda cosa succede. Scegli di essere beato, e guarda cosa succede. La tua vita cambierà immediatamente e vedrai miracoli accadere intorno a te… perché ora hai creato l’effetto e le cause dovranno seguire.
Sembra una magia. Puoi persino chiamarla: “La legge della magia”. La prima è la legge della scienza e la seconda è la legge della magia. La religione è magica, e tu puoi essere il mago. Ecco cosa t’insegno io: a essere un mago, a conoscere i segreti della magia.
Prova! Hai provato l’altro modo per tutta la vita – e non solo in questa vita, ma anche in tante altre. Ora ascolta me! Prova questa formula magica, questo mantra che ti sto dando. Crea l’effetto, e guarda cosa succede: sarai immediatamente circondato dalle cause, che seguiranno l’effetto. Non aspettare le cause; hai aspettato a sufficienza. Scegli la felicità e sarai felice.
Che problema c’è? Come mai non riesci a scegliere? Perché non riesci a operare in base a questa legge? Perché la tua mente, tutta la mente, che è stata educata dal pensiero scientifico, sostiene che se non sei felice e cerchi di esserlo, quella felicità sarà artificiale. Se non sei felice e cerchi di esserlo, sarà solo una recita, una finzione. Questo è ciò che sostiene il pensiero scientifico: che non sarà una felicità autentica, che starai solo recitando.
Ma tu non sai che l’energia vitale ha i suoi modi di operare. Se agisci con totalità, diventerà una felicità reale. Ciò che conta è che l’attore non sia presente. Entra totalmente in ciò che fai, e non ci sarà alcuna differenza. Se invece agisci con poca convinzione, rimarrà un fatto artificiale.
Se ti dico di danzare e cantare ed essere estatico, e provi a farlo senza convinzione, solo per vedere cosa succede, tenendoti comunque un po’ da parte e continuando a pensare: è una cosa artificiale, ci provo ma non succede, non è una cosa spontanea – allora rimarrà una recita, una perdita di tempo.
Se provi, provaci con tutto il cuore. Non tenerti da parte, entraci totalmente e diventa il recitare – dissolvi l’attore nella recita, e guarda cosa accade. Diventerà autentico, e allora sentirai che è un fatto spontaneo. Non l’hai fatto tu; saprai allora che è accaduto. Ma se non sei totale, non può succedere. Crea l’effetto, sii totale in esso, e osserva i risultati.

Vi posso far diventare dei re senza regno; dovete solo agire come dei re, e agire con tale totalità che in confronto a voi persino un vero re sembrerà che stia solo recitando. Quando tutta l’energia va nell’azione, essa diventa realtà! L’energia rende tutto reale. Se rimani ad aspettare che il regno ti arrivi, non accadrà mai.
Persino per un Napoleone o per un Alessandro, che avevano creato vasti imperi, il regno non è mai arrivato. Sono rimasti infelici, perché non sono arrivati a comprendere la seconda legge della vita, la legge primaria e fondamentale. Alessandro voleva creare un regno più grande, un re più grande. Sprecò tutta la vita nel creare il regno, e poi non gli rimase il tempo per essere re. Morì prima di completare la sua opera.
Questo è accaduto a tanti. Il regno non può mai essere completo. Il mondo è infinito; il tuo regno rimarrà per forza di cose parziale. E con un regno parziale, come puoi essere un re totale? Il regno sarà necessariamente limitato, e con un regno limitato come puoi essere un imperatore? È impossibile. Ma tu puoi essere un imperatore; devi solo creare l’effetto.

Swami Ram, uno dei mistici di questo secolo, andò in America. Era solito definirsi Badshah Ram, l’imperatore Ram. Ed era un mendicante! Qualcuno gli disse: sei solo un mendicante, eppure continui a chiamarti imperatore. Ram rispose: non guardare ciò che posseggo. Guarda me. E aveva ragione perché, se guardi le cose, allora sono tutti mendicanti, persino l’imperatore. Questi sarà solo un mendicante più grande, ecco tutto. Quando Ram esclamò: “Guarda me!”, in quel momento era un imperatore. Se avessi guardato, avresti visto l’imperatore.

Crea l’effetto, diventa l’imperatore, sii un mago… e a partire da questo stesso momento – non occorre aspettare. Uno è costretto ad aspettare se il regno deve venire prima. Se devi prima creare la causa, allora devi aspettare e aspettare e rimandare. Per creare l’effetto non occorre rimandare. Puoi essere l’imperatore in questo stesso momento.
Quando dico: “Sii l’imperatore e vedrai che il regno verrà”, è una cosa che ho imparato tramite la mia esperienza. Non ti parlo di una teoria o di una dottrina. Sii felice, e quando sei su quella vetta di felicità, vedrai che tutto il mondo è felice con te.

C’è un vecchio detto: ridi e il mondo riderà con te; piangi, e piangerai da solo. Se riesci a creare l’effetto e ad essere estatico, persino gli alberi, le rocce, la sabbia e le nuvole danzeranno con te; allora l’esistenza intera diventerà una danza, una celebrazione.
Ma dipende da te, dal fatto che sei capace di creare l’effetto. E io ti dico che è possibile. È la cosa più facile da fare. Sembra difficile perché non ci hai mai provato. Prova!



Siete passati
in:
 

grazie!

Share

ALI PER SOGNARE – UN LIBRO PER BENEFICENZA

Oggi desidero presentarvi una raccolta di racconti fantasy scritti dall’autrice Arianna Barrella.
Prossimamente, vi presenterò altri libri che potrebbero allietare le vostre ore di riposo in vacanza.

 

ALI PER SOGNARE E’ UN LIBRO DI RACCONTI FANTASY IL CUI RICAVATO SARA’ DEVOLUTO ALL’ENTE BENEFICO L’OPERA NAZIONALE PER LE CITTA’ DEI RAGAZZI

LE ALI PER SOGNARE DI ARIANNA BARRELLA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

_________________________________________________________________________________

 

Val, Signora della spada, è decisa a ritrovare Yuriel, che con un bacio le ha sottratto l’anima, ma una volta trovato l’uomo dovrà fare una scelta difficile, per scoprire poi una realtà diversa da quella che aveva immaginato… Astriel scopre che il padre… non le ha rivelato tutta la verità sulla sua esistenza e solo quando si vedrà riflessa negli occhi di un unicorno, Mizar, vedrà svelate le sue origini… Questi e altri personaggi immaginari sono solo alcuni degli esseri che popolano un universo fantastico dominato dall’eterna lotta tra il Bene e il Male.

 

IL LIBRO ALI PER SOGNARE E’ IN VENDITA NELLE GRANDI LIBRERIE TIPO FELTRINELLI OPPURE NELLE GRANDI EDICOLE E ONLINE SCONTATO A 10,80 EURO AL SEGUENTE LINK: LE ALI PR SOGNARE

 

IMPORTANTE: Arianna  mi ha da poco  segnalato che lo sconto è stato revocato e che ora il libro costa 13,50 €, ma si informerà quanto prima perché lo sconto venga nuovamente applicato.

 

Nel frattempo, diffondete la notizia e pubblicizzatelo. I ragazzi hanno bisogno di tutti noi!

 

 



Visite:

grazie!

Share

Stipendi troppo bassi per i poveri Parlamentari

Tratto da: LETTERA VIOLA

 

I parlamentari sono alla fame, Rotondi (Pdl):

“Ci restano in tasca solo 4000 euro”

  

I parlamentari? A sentire il ministro per l’Attuazione del programma, Gianfranco Rotondi, rischiano la fame: “Si campa facendo i conti della serva, per la famiglia restano solo 4 mila euro”. Esordisce così Rotondi nell’intervista rilasciata ad Antonello Caporale e pubblicata su Repubblica oggi in edicola. Non ci sta, il ministro, a passare per privilegiato e spiega così la sua contestazione alla linea del rigore sui costi della politica: “Lei crede che il parlamentare navighi nell’oro?” risponde al giornalista “8000 euro di indennità, più 4000 di portaborse. Fanno dodicimila. Uno che ti apre l’ufficio a Roma lo devi pagare e devi fargli un contrattino per quanto leggero. Un altro che ti apre l’ufficio nella città di residenza lo devi pagare. E poi un terzo che magari ti segue. Duemila euro per dormire a Roma e duemila per mangiare…” Insomma restano, secondo Rotondi, solo 4000 euro in tasca e con quelli devi mantenere la famiglia. “Né lussi, né cene né vestiti”. Facciamo una colletta?

Un estratto dell’intervista su Repubblica

 

Consiglio a coloro che trovassero interessante questo articolo di cliccare su LETTERA VIOLA, sotto il titolo del post, per leggere i commenti dei cittadini alla dichiarazione del Ministro.

Share

TREMONTI CHIEDE DI AUMENTARE L’ETA’ DELLE PENSIONI

TREMONTI CHIEDE DI AUMENTARE L’ETA’ DELLE PENSIONI PERCHE’ IN EUROPA TUTTI LO FANNO. NOI CHIEDIAMO, INVECE, DI DIMEZZARE GLI STIPENDI E I PRIVILEGI A PARLAMENTARI E SENATORI, PERCHE’ IN EUROPA NESSUNO GUADAGNA COME LORO. SE APPROVI, PUBBLICA LO STESSO MESSAGGIO E CHIEDI AD ALTRI DI FARLO !!!

 

Dobbiamo coccolare i parlamentari; se un giorno gli si dice che vanno dimezzati, il giorno dopo che gli si taglia lo stipendio, quello successivo l’auto blu, significa voler proprio far cadere il governo”. Il mini…stro Gianfranco Rotondi è c…ontrario ai tagli dei privilegi a deputati e senatori. Anzi. I privilegi, dice, vanno tutelati. “Tanto, più impopolari di così”.

Il ministro per l’Attuazione del programma si arruola nell’esercito nemico di Giulio Tremonti. “Le misure contro i privilegi della politica le considero un insulto alla sua intelligenza”, dice. E suggerisce una ricetta tutta sua. “Forte del fatto che nessuno, neanche all’opposizione, vuole andare al voto, Berlusconi deve avere un’unica preoccupazione: coltivare i rapporti con Camera e Senato”. Come? “Teniamoci buoni i mille parlamentari”, dice Rotondi in un’intervista a Libero. “Non possiamo dargli l’aumento, ma almeno coccoliamoli, rassicuriamoli, non rompiamogli le palle se vogliamo arrivare al termine della legislatura. E nel frattempo cerchiamo di farci dimenticare. Perché, inutile negarlo, la gente ormai ci detesta”.

Secondo Rotondi, dunque, cosi il governo può arrivare alla sua scadenza naturale del 2013. Altrimenti rischia. “Se uno un giorno dice a deputati e senatori che vanno dimezzati, il giorno dopo che taglia loro gli stipendi, quello successivo che gli toglie l’auto blu, allora è un kamikaze, significa che vuole proprio farlo cadere questo governo”.

Una difesa della Casta. “Più impopolari di così. Il deputato oggi è uno sputtanato che va per la pagnotta, questo è il giudizio che ci siamo cuciti addosso, per merito dei comici, delle trasmissioni tv”, secondo Rotondi. Non per merito dei parlamentari. “Un tempo si accusava i politici di rubare, oggi gli si rimprovera solo di avere dei privilegi previsti dalla legge. Ma attenzione. Questa furia antipolitica finisce per essere antiparlamentare. e il Parlamento è come la salute: ti rendi conto che è importante solo quando non ce l’hai più”, dice Rotondi.

Insomma una sorta di requiem al governo. E al premier Rotondi suggerisce di tornare allo spirito di una volta tanto “deve rassegnarsi al fatto che in diciotto mesi non può fare le riforme istituzionali, né la riforma della giustizia e neppure quella fiscale. Al massimo si può far approdare qualche legge in Parlamento”.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/28/rotondi-dice-no-ai-tagli-dei-privilegi-la-gente-ci-detesta-difendiamo-la-casta/128776/

 

 

Share

Asengard abbandona il mercato del fantastico

Una decisione non facile, e che lascia molti appassionati con l’amaro d’una decisione inattesa: Asengard, una delle case editici italiane specializzate nel fantastico,  ha scelto di chiudere l’attività, per difficoltà gestionali. Con grande onestà, nel loro sito non piangono sul mercato italiano e non accusano il pubblico d’averli snobbati, provocando un disagio economico. Invece, Edoardo scrive.

 

Il post che non vorresti mai scrivere


Pubblicato il 28 giugno 2011 ¬ 11:45h. Asengard 43 Commenti »

Più o meno è la quinta o sesta volta che provo a scrivere questo intervento, e ogni volta cancello tutto e riparto da capo. Forse perché non vale la pena fare un cappello troppo lungo, forse perché non serve raccontare chissà quali storie ma è più semplice andare diretti al punto.

E il punto, per quanto brutto, è questo: Asengard chiude i battenti.

Per chi vuole qualche spiegazione in più, le motivazioni che ci hanno portati a fare questa scelta sono semplicissime (e non includono piagnistei su come l’Italia vada a rotoli, su come l’editoria sia brutta&cattiva contro chi non è un colosso e via dicendo, tranquilli!). Se non vi interessano, potete pure fermarvi qui.

Asengard, come saprete, non ha mai chiesto un euro ai propri autori, scelta di cui tutt’ora andiamo fieri. E, con tutti gli autori, il trattamento è stato il medesimo, che si trattasse di autori già noti o di esordienti assoluti. Purtroppo, però, non siamo mai riusciti a fare quel piccolo (o grande?) salto che permette di avere un ritorno economico tale da permetterci di vivere grazie ad Asengard, e declassarla a un secondo lavoro non ci pareva una scelta intelligente, visto che per gestire il tutto con una certa cura servivano spesso ben più di otto ore al giorno. Nell’interesse nostro e di chi ci legge, abbiamo quindi optato per la seconda scelta, e quindi l’avventura di Asengard finisce qui.

Tutte le persone (autori e non) con cui avevamo a che fare sono state avvertite già da qualche giorno, e tutti i progetti in corso o in via di realizzazione si fermano. Diritti e testi dei libri pubblicati torneranno in mano agli autori, e ognuno di loro deciderà cosa farne.

A questo punto non possiamo che ringraziare tutti i “nostri” lettori, che ci hanno sempre dato fiducia, oltre a tutte le persone con cui abbiamo proficuamente collaborato in questi cinque anni. Prossimamente, non appena i libri verranno ritirati dalle librerie, vi daremo la possibilità di acquistare quello che ci rimane in magazzino a prezzi scontatissimi.

Vi avvertiremo tramite il blog e quello sarà, davvero, l’ultimo intervento.

– Edoardo

 

Non conoscevo personalmente Edoardo e Michela, né ho avuto modo di leggere i libri, convinta che avrei avuto molto tempo per approcciarmi a quelli che più m’intrigavano, ma voglio sperare che in un futuro tornino a realizzare i loro sogni “fantastici”, magari riaprendo quei battenti che oggi si stanno chiudendo, e offrendo nuove gioie agli amanti di un genere che non smetterà mai di amare.

 

 


Share

FESTA DELLE FATE

Qualche foto scattata a Bardolino sul Garda, in occasione della Festa delle Fate:

Cliaccando sulla frase in marroncino, si accederà all’album completo

 

 

Share

VACANZA IN CROCIERA

Il mio diario… 1º giorno

Sono preparatissima per questa meravigiosa crociera.Ho scelto i miei migliori vestiti.  Sono eccitatissima!

 

Il mio diario… 2º giorno

Abbiamo navigato tutto il giorno.

Il mare era bellissimo. Abbiamo visto dei delfini e una balena. Come iniziano bene queste mie vacanze! Oggi ho incontrato il Capitano, che mi è parso un uomo assai interessante.

 

 

Il mio diario… 3º giorno

Sono stata tutto il giorno in piscina facendo una sorta di surf. Il Capitano mi ha invitatto al suo tavolo per cena. È stato un onore e la cena è stata meravigliosa. Il Capitano è un uomo attraente e molto gentile.

 

 

Il mio diario… 4º giorno

Ho visitato il Casinò della nave e ho vinto 110 €. Il Capitano mi ha invitato a cena nella sua cabina. Una cena lussuosa e spettacolare con foie, ostriche, caviale e champagne.

Mi ha chiesto se volevo restare con lui, ma ho declinato l’invito. Gli ho detto che non desideravo essere infedele a mio marito.

 

 

Il mio diario… 5º giorno

Sono tornata in piscina e mi sono scottata un po’ al sole. Poi sono  stata al pian bar e ho trascorso li il resto della giornata. Il  Capitano mi ha invitato a un drink. È davvero una persona splendida.

Mi ha chiesto ancora se desideravo passare la notte con lui e gli ho risposto ancora una volta di no.  Al che lui mi ha detto che se avessi seguitato a rifiutare i suoi inviti, avrebbe fatto affondare la nave.

Sono rimasta terrorizzata!

 

 

Il mio diario… 6º giorno

Oggi ho salvato 1.600 persone… Quattro volte!!!!

Sono molto contenta di me!

 

Share

La Festa delle Fate 25-26 giugno 2011

Evento pubblico
Ora
sabato alle 19.00 – domenica alle 22.00

Luogo
Lido Holiday 

Riva Cornicello 5
Bardolino

Per La Festa delle Fate…gruppo ufficiale

Maggiori informazioni
La Festa delle Fate anche quest’anno, con la magia delle sue meraviglie, si ripresenta per festeggiare il periodo del solstizio d’estate insieme a fate, elfi e creature del piccolo popolo, dal 25 al 26 giugno presso Lido Holiday, in Riva Cornicello, 5 a Bardolino (VR). 

Programma

Sabato 25 giugno

h. 19.00 Inaugurazione festa, per chi vuole aperitivo a 6 euro in riva al lago, con buffet offerto.

h. 19.00 Lettura delle rune, lettura Psicomagica dei Tarocchi, Armonizzazione dei Chakra, truccabimbi … a disposizione tutta la sera. Musica con Frina e la sua arpa “Eire” e gli Ars Antiqua.

h. 19.30 Giochi con il mago e i burattini

h. 20.00 Presentazione del nuovo volume della collana Quaderni Indaco, con 21 racconti ispirati al mondo delle fate e ambientati sul lago di Garda (sala interna)

h. 21.30 Spettacolo con il teatrino dei burattini (nel parco)

h. 21.30 Presentazione dall’autrice Marilena Ferranti del magico libro “Nelle Lande della Luna Argentea. Viaggio nel mondo de L’ultima Protettrice” (sala interna)

h. 22.00 “Alla scoperta del linguaggio dell’aura” Presentazione e consigli per riequilibrare i corpi attraverso cristalli … (sala interna)

h. 22.30 Cristalloterapia e Armonizzazione dei Chakra con l’utilizzo del pendolo e dei cristalli.

h. 23.30 Lancio delle lanterne dei desideri … tutti sono invitati a partecipare!!

Domenica 26 giugno

h. 10.00 Apertura banchi articoli artigianali fantasy

h. 10.00 Lettura delle rune, lettura Psicomagica dei Tarocchi, Armonizzazione dei Chakra, truccabimbi … a disposizione tutto il giorno. Musica con Frina e la sua arpa “Eire” e gli Ars Antiqua.

h. 10.30 Splendido spettacolo con il teatro dei burattini

h. 11.00 Spettacolo di magia

h. 12.00 “Il mondo del fantastico del Garda: miti e creature” con Simona Cremonini

h. 12.30 Spettacolo con il mago delle bolle

h. 13.00 Il mago e i giochi di prestigio

h. 14.00 Trattamenti Reiki gratuiti (zona spiaggia)

h. 14.30 “Vie traverse” presentazione del libro a cura dell’autore Emanuele Delmiglio (sala interna)

h. 15.00 Giuliana Borghesani presenta “La freccia e l’acqua” (sala interna)

h. 15.30 Lettura degli ogham “Alla scoperta dei simboli dell’antico alfabeto celtico, utilizzati per una meditazione e una visione sottile sul proprio sentiero di vita”

h. 16.00 Ridiamo con i burattini … truccabimbi a disposizione dei più audaci

h. 16.30 Consulenza gratuita con le pietre … Cristalloterapia e Armonizzazione dei Chakra con Solange Mela del Cerchio delle Torre

h. 17.00 Incontro con Rosa Tiziana Bruno autrice di “La paura è fatta di niente” (sala interna)

h. 17.30 Laboratorio di disegno per bambini

h. 18.00 Omaggio alla Madre Terra … condivisione di un pensiero
Lettura Psicomagica dei Tarocchi

h. 18.30 Premiazione del vestito Fantasy più originale del Magico Concorso

h. 19.00 Bolle tra cielo e lago …

h. 20.00 Foto dell’aura e consigli sull’utilizzo dei cristalli

h. 21.00 Danze di fate … chi vuole può imparare la danza del piccolo popolo

h. 22.00 Saluti e arrivederci alla prossima edizione!!!

Magico Concorso: durante la giornata di Domenica fatine in incognito ci osserveranno per scegliere il miglior vestito Fantasy. Alle 18.30 Dark Fashion ci aspetta vicino “Eire” (la magica arpa di Frina) per svelarci il vincitore.

Nella sala interna sono presenti gli autori di “Visioni fatate”, Associazione Piazza dei Bardi / Edizioni Domino con l’Armonizzazione dei Chakra, Namastè con la foto dell’Aura, Cyrano Comics per vedere la realizzazione di fumetti e l’autrice fantasy Marilena Ferranti.

Zona parco sono presenti gli stand artigianali a tema fantasy, Dejavu con le collezioni di fate Les Alpes e Fate dal Mondo, teatro dei burattini, il mago delle bolle, i truccabimbi, l’oracolo delle rune e Maurizio con la lettura Psicomagica dei Tarocchi.

Zona spiaggia Associazione R.A.U. con trattamenti Reiki gratuiti.

Il Lido Holiday mette a disposizione il ristorante per cena, pranzo e una splendida spiaggia fronte lago con uso gratuito dei lettini. Un posto incantevole per vivere in armonia e ritrovare il proprio equilibrio.

L’ingresso è Gratuito

 

 

Share

Si canta!

 

Oggi, novità. Una ragazza che lavora con me mi ha chiesto se sono disponibile per cantare al matrimonio della cognata, e la proposta mi ha dapprima spiazzata e poi emozionata. Non canto in pubblico da quattro anni. Che bellezza! Oggi ho ripreso a fare i vocalizzi, che ho abbandonato circa due anni fa, e ho provato alcuni pezzi. Elendir, il gatto, pare aver apprezzato, perché, dopo le prime note, è sfrecciato in salotto a godersi il canto. Si strusciava contro le mie gambe, mi seguiva ovunque, e, se restavo ferma, si distendeva sul pavimento a guardarmi o a sonnecchiare. Un riconoscimento così chiaro e spassionato non può che invogliarmi a proseguire con maggior determinazione.

Come “Ave maria” ho proposto quella di Caccini: intima e raccolta, da cantare senza troppi acuti e strepitii. Dopotutto, si tratta di una cerimonia religiosa, non di un concerto, e la chiesa, estremamente piccola, conterrà al massimo 20 persone. Un acuto a così breve distanza potrebbe essere letale, per le orecchie degli invitati, e inutile. Spero che la sposa accetti la proposta, e, soprattutto, che le piaccia come canto.

In attesa di visitare la chiesetta, continuo ad esercitarmi.

Buona giornata!

 

 

 

Share

Foreigner – Journey il giorno dopo

pubblicato da Federica Leva il giorno mercoledì 22 giugno 2011 alle ore 11.18

 

 

Foreigner – Journey il giorno dopo…

Di Roberto Zingarlini

 

Concerto Journey – Foreigner andato… per un rocker uno degli eventi più strepitosi che si possa desiderare (assieme all’accoppiata Styx – Kansas di qualche anno fa). Foreigner immensi, con un cantante stratosferico, ad un certo punto sceso in mezzo al p…ubblico, mi è sfrecciato sotto il naso! Potevo non dargli un cinque? ;-D Sarebbe stato anche documentato da una foto di Fede, ma il mio braccio ha rovinato tutto. Journey altrettanto immensi con un repertorio un po’ più robusto. Arnel Pineda (che tra l’altro sembra un bambino) ha dato il massimo mostrando le corde in alcuni momenti particolarmente impegnativi (Perry rimane inavvicinabile) ma è stata comunque una prestazione buona. Ed ora manteniamo vivo questo spettacolare ricordo… in attesa di altre congiunzioni astrali! Buona giornata a tutti!Mostra altro

 

 

Risposta/Commento di  Federica Leva

 

Una splendida serata. Se anni fa, quando mia madre ascoltava estasiata le canzoni dei Foreigner, mi avessero detto che un giorno avrei assistito ad un loro concerto, forse non l’avrei creduto. A quel tempo, certi gruppi mi sembravano irragg…iungibili. Ma ora che l’AOR è tristemente tramontato in favore di generi che non riesco a farmi piacere, evitare resse disumane e ascoltare un concerto comodamente – l’organizzazione dell’Arena aveva messo a disposizione sedie – e abbastanza vicini a palco è finalmente possibile. la parte più drammatica della serata è stata il viaggio d’andata. Il navigatore segnava una direzione da seguire, ma Roby ha voluto andare nella direzione esattamente opposta perché “Google maps segnala che la Fiera si trova da questa parte”. Dopo aver girato nel traffico di Rho per mezz’ora, la smarrita retta via è stata fortunosamente recuperata e finalmente siamo approdati al polo fieristico, un colosso dalle dimensioni di un paese. parcheggiata la macchina alla corsia C – “C come ciula”, ho osservato io – abbiamo sgambettato fino all’Arena, smaltendo la cena. All’entrata, sono stata fermata dalla sorveglianza. “Signora, posso vedere la borsa?” “Certo”, ho risposto, aprendola. “Bella fattura, originale…” La guardia e i suoi colleghi hanno riso. “Può andare, e complimenti per la borsa” Grazie!”

Mentre entravamo, i Foreigner avevano attaccato il primo pezzo. Ci siamo portati sotto il palco, dopo, con nostri gioia e gaudio, c’erano file di sedie su cui riposare, se necessario, le stanche membra. Dopotutto, l’età media s’aggirava sopra i quarant’anni… Hum… non sarà per questo che siamo stati beneficiati di cotanta comodità, vero? Ad ogni modo, abbiamo esultato, ma siamo rimasti in piedi a goderci il concerto nella corsia centrale, perché sedersi sarebbe stato impossibile: non solo perché gli altri spettatori erano vispi, a volte saltellavano e battevano le mani, ma perché il concerto era trascinante e ti costringeva a muoverti. Roby era estasiato: dopotutto, quello era il suo regalo di compleanno, dal momento che aveva comprato i biglietti il 25 gennaio. Rideva, ballava sul posto, e gli occhi gli brillavano di gioia. Quando il cantante è sceso in mezzo al pubblico ed è passato vicino a noi, Roby gli si è avvicinato d’un passo e si sono scambiati un “cinque”: il fiocco del regalo di compleanno .

Ottima prima parte del concerto, un’ottima scaletta, un cantante vocalmente in forma e scatenato e simpatico. Parlando un ottimo inglese, si rivolgeva al pubblico che rispondeva ridendo delle sue battute, e verso la fine del concerto ha invitato tutti a cantare: “Per questo pezzo, vi chiedo di aiutarci. La canzone vi è nota le parole le conoscete… Cantate con noi” Il pianoforte ha intonato l’intro, e oltre duemila persone sono esplose in un boato d’esultanza. Qualche secondo più tardi, il pubblico cantava a squarciagola – me compresa – “I wanna know what love is”. Un’ emozione da brivido!

Alle 21.15, i Foreigner ci hanno salutati e mezz’ora più tardi si sono scatenati i Journey, snocciolando tre brani tratti dall’ultimo album e pezzi storici, suonati con una tecnica impeccabile e cantati discretamente bene da Pineda, dotato d’un’ottima voce, ma già lacerata dai segni dell’usura. Il ragazzino saltava come un capriolo, correva per il palco, ammiccava al pubblico, rendendosi simpatico e piacevole e gli strumentisti erano supportato da uno o più eccellenti tecnici del suono. La scaletta scelta non ha però convinto del tutto. Mi chiedo perché non sia stato interpretato nessun brano tratto da Revelation, uno dei loro album migliori. Sono certa che avrebbero incontrato il favore del pubblico perché i brani melodici sono stati i più apprezzati in tutti i gruppi che si sono esibiti. Anche per i Journey, così come per i Foreigner, i due brani che hanno fatto cantare e commuovere il pubblico sono stati i due lenti sacri del loro repertorio: “Open arms” e “Faithfully”.

Prima del bis siamo corsi – quasi letteralmente – all’auto per evitare code in uscita.

Roby era felice. Aveva assistito al concerto di due fra i suoi gruppi preferiti e aveva incontrato alcuni amici che non vedeva da anni. E forse, vedere che anch’io ero soddisfatta della serata, lo ha reso ancor più allegro. Il viaggio di rientro è stato semplice e rapido e per una volta non mi sono addormentata in macchina.

Che dire… una serata che ripeterei.

Una serata che non dimenticheremo.

 

Foreigner
Foreigner
Braccio di Roby – Foreigner
Foreigner
Journey
Foreigner

Visite:

grazie!

Share

Indagine fantasy preferito

 

Quale genere di libri fantasy preferite?

 

Se avete voglia, rispondete al sondaggio che ho proposto su facebook all’indirizzo:

 

DOMANDA LIBRI FANTASY PREFERITI

 

 

Share

MERITA! Da diffondere:

 

Avatar... italiano!

Share

Bisogno di pace

 

 

3 giugno 2011 – Tratto da FB

 

Ho bisogno di pace, di rigenerarmi. Domani vado ad ascoltare la voce del mare! Ho voglia di affondare i ipiedi nudi nella rena calda, di sentire sulla pelle l’alito frizzante e salato del vento.

 

Troppi pensieri ci avvelano la vita.

 

A volte, l’oblio è la miglior terapia dagli affanni della quoditianità.

 

pensieri nel mare

 

 

 

 

 

 

 



Siete passati
in:
 

grazie!

Share

Un ATEO

Un ateo stava facendo una passeggiata nella foresta.
Che alberi maestosi! Che fiu…mi impetuosi! Che begli animali! – si ripeteva.
Mentre camminava lungo il fiume sentì un movimento tra i cespugli dietro di sé.
Si voltò per dare un’occhiata e vide un orso di 3 metri che lo caricava.
Si mise a correre più velocemente che poteva su per il sentiero.
Guardò sopra la sua spalla e vide che l’orso si avvicinava sempre più.
Guardò ancora e vide che l’orso era sempre più vicino. Il suo cuore pompava freneticamente e cercava di correre ancora più veloce.
Inciampò e cadde a terra.
Rotolò per cercare di sollevarsi ma vide che l’orso era proprio sopra di lui L’aveva afferrato con la zampa sinistra, alzando la destra per colpirlo. In quell’istante, l’ateo gridò:
– Mio Dio!

 

Il tempo si fermò. L’orso si congelò. La foresta era silenziosa.
Mentre una luce abbagliante brillava sull’uomo, una voce venne fuori dal
cielo:
– Hai negato la mia esistenza per tutti questi anni, insegnato ad altri
che non esisto e addirittura attribuito il creato ad un incidente cosmico.
Ti aspetti che ti aiuti in questa circostanza? Devo considerarti un credente?
L’ateo guardo diritto verso la luce:
– Sarebbe ipocrita da parte mia chiederti all’improvviso di considerarmi credente ora, ma forse puoi rendere credente l’ORSO?
– Molto bene! – rispose la voce.

La luce se ne andò. I suoni della foresta ricominciarono.
L’orso abbassò la zampa destra, accostò insieme entrambe le zampe, abbassò il capo e disse:
– Signore, benedici questo cibo che sto per ricevere e per il quale sono molto grato.

 

Barzelletta pubblica, presente anche su  Federica Leva – Cantico sull’oceano e altri Romanzi

 

Share
Share

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Read more - Web POLICY PRIVACY
CHIUDI
CLOSE